Interventi di sostegno per lavoratori con figli minori in DAD o in quarantena

15/03/2021, aggiornamento 30/03/2021 - Flai Cgil Piemonte

 

L'Inps sta predisponendo la procedura telematica per l'invio delle domande dei dipendenti privati

__________

 

 

Il DECRETO-LEGGE 13 marzo 2021, n. 30 prevede congedi, bonus baby sitter e lavoro in smart working per i lavoratori che hanno figli minori di 16 anni.

 

I genitori lavoratori dipendenti che hanno i figli a casa in isolamento fiduciario o in quarantena, o in DAD a causa della chiusura delle scuole, e non possono lavorare in smart working hanno la possibilità di usufruire dei congedi Covid retribuiti al 50%, retroattivi da gennaio, oppure possono accedere al contributo baby-sitting.

 

L'Inps ha pubblicato sul suo sito il messaggio n. 1276 sul nuovo congedo per i genitori - lavoratori previsto dall'Art. 2 del DL 30/2021. La circolare informa che l'istituto sta predisponendo la procedura telematica per l'invio delle domande dei dipendenti privati e che, una volta attiva, sarà possibile inserire domande retroattive, per cui è già possibile usufruire dei congedi, informando il proprio datore di lavoro e provvedendo poi in un secondo momento a regolarizzare la propria posizione,  presentando la domanda all'Inps (il periodo di congedo ordinario richiesto dal 1° gennaio 2021 può essere convertito in congedo straordinario).

 

Il congedo non ha un limite di durata, potendo essere utilizzato per tutta la durata - o soltanto una parte - dei periodi di infezione da Covid-19,  di quarantena e/o di sospensione della didattica in presenza.

 

I genitori che hanno figli conviventi minori di 16 anni in DAD,  quarantena o isolamento fiduciario, hanno diritto allo smart working, ma alternativamente all'altro genitore.

 

Congedi per genitori

- per i figli minori di 14 anni: il congedo viene retribuito al 50%, alternativamente all'altro genitore;

- per i figli tra 14 e 16 anni: il congedo non è retribuito, alternativamente all'altro genitore, con il diritto alla conservazione del posto del lavoro ed il divieto di licenziamento.

 

 

Requisiti per la fruizione del congedo:

 

1) il richiedente deve avere un rapporto di lavoro subordinato

2) non dev'essere possibile svolgere il proprio lavoro in smart working

3) il figlio per il quale viene richiesto il congedo dev'essere minore di 14 anni

4) genitore richiedente e figlio devono essere conviventi *

5) il figlio deve essere positivo al Covid-19, o in quarantena da contatto disposta dall'ASL,  oppure la sua scuola/classe deve aver sospeso la didattica in presenza

 

 * Per i genitori di figli disabili,  invece, sono esclusi i requisiti della convivenza tra genitore richiedente e figlio e il limite d'età di quest'ultimo.

 

Bonus baby-sitting

I lavoratori in gestione separata INPS, autonomi, personale comparto sicurezza, difesa e soccorso pubblico impiegato in attività legate all'emergenza, dipendenti del settore sanitario pubblico e privato accreditato per i figli conviventi minori di 14 anni possono scegliere uno o più bonus per servizi di baby-sitting fino a 100 euro a settimana tramite Libretto Famiglia o direttamente al richiedente per iscrizione a centri e servizi per l'infanzia ( è incompatibile con il bonus asilo nido), se l'altro genitore non accede ad altre tutele o al congedo.

 

Il bonus è riconosciuto anche ai lavoratori autonomi non iscritti all'INPS, previa comunicazione da parte delle rispettive casse previdenziali del numero dei beneficiari.

 

 

Fonte: Gazzetta Ufficiale,

www.inps.it